venerdì 26 agosto 2016

Caffè ginseng fa bene?


Negli ultimi tempi è stato importato nel nostro Paese un tipo di caffè considerato molto più buono e salutare e che dà tanti benefici al nostro organismo. Stiamo parlando del caffè Ginseng che diviene sempre più, una delle bevande più rinomate nei bar. Si tratta di una nuova bevanda che potrebbe migliorare le condizioni di salute di chi tende a bere molta caffeina.

Leggi anche : caffè al ginseng : calorie, vantaggi e controindicazioni

Il caffè al ginseng è energetico, efficace e gustoso, che sfrutta i benefici della pianta di ginseng, anche per ottimizzare la concentrazione e la digestione. E' una bevanda nata grazie a questa polvere ricavata dalla radice di Ginseng e unita al normale caffè.


Caffè ginseng fa bene?


Sin dall’antichità, il Ginseng è stato accettato come una buona risorsa di energia naturale estratta da una pianta. La sua aroma è squisita, esuberante ed è semplice da preparare. Di solito si trovano già dei preparati, ovvero delle bustine con caffè e Ginseng, le quali è sufficiente aggiungerle alla tazza di acqua calda oppure fredda.


Il Ginseng dà al vostro organismo non soltanto un potere energizzante, ma anche terapeutico. Infatti sarete molto più attivi al mattino, e c'è anche un netto miglioramento della digestione. Inoltre si elimineranno tutti quei disturbi che provengono invece dall'abuso di un normale caffè come: il nervosismo, l'insonnia, la tachicardia e la depressione... Il caffè Ginseng è dunque un ottimo alleato per la salute ed è sempre bene ogni tanto sostituirlo al normale caffè, l'aroma è alquanto piacevole, e il vostro palato non si troverà con un gusto amaro. 


Leggi anche : I segreti del caffè ginseng

Fino ad oggi non sembrano esserci rischi per la salute nel consumare questa bevanda, sempre se lo si fa moderatamente ( non più di 2-3 tazze al giorno).



Proprietà del caffè al Ginseng:


- Nervosismo: stabilizza e rilassa la mente e il corpo, donando una sensazione di forza e armonia nell’organismo.

- Digestione: esattamente come il semplice caffè, il Ginseng stimola i movimenti intestinali e aiuta nella digestione.

- Circolazione sanguigna: il Ginseng rilassa i vasi sanguigni, dunque è utile a stabilizzare la pressione. Risulta adeguato per gli sport di resistenza.

- Aritmia: questo tipo di caffè non manifesta problemi cardiaci, come le aritmie, anche se viene consumato con alta frequenza.

- Insonnia: diversamente del caffè normale, in genere il caffè al Ginseng non causa insonnia, anche se viene consumato prima di andare a dormire.

- Fumo e alcol: il caffè al Ginseng non può eliminare i cattivi effetti che la nicotina e l'alcol hanno sull’organismo, bensì può rinforzarli grazie alla sua azione antiossidante.


Leggi anche : Calorie Ginseng

Share:

giovedì 14 luglio 2016

Lista caffè italiani




Caffè Molinari


Lista caffè italiani


 è un'azienda italiana che produce caffè tostato, le prime origini risalgono all'attività della Ditta Giuseppe Molinari del 1804. Dal 2000, l'azienda ha iniziato a collaborare con il Dipartimento di Chimica dell'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia in un progetto di studio sulla composizione chimica dell'aroma del caffè, con lo scopo di sviluppare metodi innovativi per la conservazione di questo prodotto.

Caffè Motta


è un'azienda italiana produttrice di caffè tostato fondata nel 2001 a Salerno da Nicola Mastromartino, marchio dell'Intercaf. Col passare degli anni è divenuta una delle prime dieci aziende in Italia nel settore del caffè nella grande distribuzione, conquistando anche i mercati esteri dagli Stati Uniti d'America all'Asia sino ai paesi dell'Est


Caffè Vergnano


 è un'azienda italiana specializzata nella produzione di caffè fondata nel 1882 a Chieri e con sede a Santena. E' considerata una delle più antiche aziende produttrici di caffè a livello nazionale fra le grandi torrefazioni. Diretta dal 1882 dalla famiglia Vergnano, prosegue da 129 anni la propria attività in Italia e nel mondo.

Emporio Artari



è un'azienda italiana specializzata nella produzione di caffè fondata da Giuseppe Artari nel 1886 a Morgex. Nel1912, assieme al figlio Edoardo, Giuseppe cominciò a tostare direttamente il caffè. Tra i caffè riscontriamo:

Qualità rossa 


 Composta prevalentemente da caffè Arabica centro-Americani e tostata lentamente

Qualità verde 



Composta da varietà di caffè Arabica caraibiche e Robusta africane

Caffè Artari 100% Arabica - Composta da una selezione di caffè Arabica del Brasile e Centro America


Goppion Caffè





è un'azienda italiana produttrice di caffè con sede e stabilimento a San Trovaso di Preganziol, in provincia di Treviso. La Goppion è nata da una modesta trattoria di Lughignano, aperta nel 1859 da Luigi Goppion e proseguita dal figlio Pietro. In seguito al locale venne annesso un laboratorio per la torrefazione del caffè.

Guglielmo Caffè


è una delle aziende leader calabresi produttrici di caffè fondata nel 1945 a Catanzaro da Guglielmo Papaleo. Oggigiorno è gestita dai nipoti, ha delle filiali a Roma ed a Milano, punta sulla diffusione anche nel mercato estero, e commercializza il caffè nel settore domestico e bar.


Hausbrandt


 è un'azienda con sede a Nervesa della Battaglia in provincia di Treviso che opera nel settore della torrefazione del caffè. Fu fondata a Trieste nel 1892.


Illycaffè



 è un'azienda specializzata nella produzione di caffè, con sede e stabilimento di produzione a Trieste, da dove viene seguito tutto l'iter del prodotto, dalla coltivazione alla preparazione nei bar. La illycaffè è produttrice e venditrice di una miscela costituita da 9 varietà di Coffea arabica al 100%, provenienti da India, Brasile, Guatemala, Costa Rica, Colombia ed Etiopia.

Kimbo Caffè


è un marchio della Café do Brasil, nato nel 1963 a Napoli. Café do Brasil produce e trasporta miscele di caffè del noto marchio in Italia ed in alcune nazioni del mondo, ed è considerata una delle massime esponenti di caffè nel mondo.

Luigi Lavazza (azienda)



 
è un'azienda italiana produttrice di caffè tostato fondata nel 1895 a Torino da Luigi Lavazza. La Lavazza oggi La "Luigi Lavazza S.p.A." è un'azienda con circa duemilasettecento dipendenti. I dipendenti sono sparsi in diverse sedi, ed in particolare nella sede di corso Novara a Torino, nello stabilimento di strada Settimo (a Settimo Torinese, Torino) e negli stabilimenti controllati dalle consociate estere.

Attualmente l'attività della Lavazza si concentra su tre filoni principali:

i prodotti per il consumo in casa (miscele e sistemi espresso);

i prodotti per il consumo fuori casa (miscele professionali, sistemi espresso, distributori automatici);

coffee shops con i marchi Espression e Il Caffè di Roma

Tuttavia con l'acquisizione del marchio Eraclea, oggigiorno l'azienda distribuisce anche prodotti non legati al caffè (ad esempio thè, cioccolate e preparati vari).


Mauro Caffè



 è un'azienda italiana specializzata nella produzione del caffè, fondata nel 1949 a Reggio Calabria dalle ceneri dell'azienda familiare di Demetrio Mauro fondata nel 1905, che importava il caffè per via marittima dalle colonie africane.

Ninfole Caffè


è un'azienda italiana specializzata nella produzione del caffè, fondata da Ciro Ninfole a Taranto nel 1921. Da Taranto si diffonde al resto della Puglia. Il caffè è confezionato in buste ed in cialde.

Passalacqua: è un'azienda italiana produttrice di caffè, fondata nel 1948 da Samuele Passalacqua.

Quarta Caffè


 è un'azienda italiana specializzata nella produzione del caffè, fondata a Lecce negli anni cinquanta, con sede a Lecce


Segafredo Zanetti


La Segafredo Zanetti S.p.A. è un'azienda italiana di torrefazione del caffè fondata negli anni sessanta a Bologna da Francesco Segafredo ed acquistata alla fine degli anni settanta da Massimo Zanetti. Oggi fa parte della holding fondata da Massimo Zanetti, la Massimo Zanetti Beverage Group.

Splendid (caffè)




è un marchio di caffè espresso nato a Torino nel 1969 presso la torrefazione Società Generale del Caffè. Il marchio viene prodotto in versione "classica", "Ricco", "Oro 100% Arabica Sviluppo Sostenibile", "Espresso" e "Decaffeinato". Inoltre il caffè viene anche realizzato in cialde per macchinette, in versione solubile e cappuccino.

Vescovi Caffè


La Vescovi Caffè è una ditta italiana specializzata nella produzione di caffè e cioccolato. La torrefazione Vescovi Caffè viene fondata a Padova nel 1927 da Gino Vescovi

Zicaffè


 è un'azienda italiana produttrice di caffè tostato, fondata nel 1929 a Marsala da Vito Zichittella con sede sempre a Marsala, in provincia di Trapani.
Share:

martedì 12 luglio 2016

Miglior caffè italiano top 15



Il caffè è un rito irrinunciabile, un piccolo piacere di tutti i giorni, un’abitudine consolidata. La bevanda più amata al mondo, sopratutto dagli italiani, un mercato quello del chicco nero nel quale il Bel Paese occupa un posto di elevata importanza. Infatti ogni anno esportiamo circa 3.800 tonnellate di caffè verso l’estero grazie al lavoro di ben 750 torrefazioni presenti nel nostro Paese in cui il 70% del consumo avviene fra le pareti domestiche, il 25% nei locali e il resto in ufficio. 


Miglior caffè italiano top 15



In poche parole, in Italia il caffè è ben più che un fenomeno culturale. Di solito si ordina il classico caffè espresso, tuttavia questa bevanda può essere realizzata in tanti modi: ristretto, macchiato, corretto, decaffeinato, americano, lungo, mocaccino, al ginseng ecc... Le varietà più rinomate sono Arabica, Robusta, Liberica, ed Excelsa. 


Miglior caffè italiano top 15



Esistono tante varietà di caffè e innumerevoli modi diversi di berlo. Gli italiani oltre a essere famosi per l’espresso, lo sono anche per il modo di ordinarlo. Proprio così, gli italiani ordinano al bar il loro caffè in maniera completamente diversa e legata al loro gusto personale: in tazza oppure tazzina, doppio o ristretto, con del latte caldo o freddo … Per gli italiani la pausa caffè è una specie di rito, attorno al quale si possono scambiare quattro chiacchiere e dedicare qualche minuto a se stessi e per rilassarsi. Non si tratta soltanto di ingerire un liquido, ma prendere il caffè è innanzitutto un piacere: si tratta di sorseggiare una bevanda che va gustata assaporandola appieno.


Vi proponiamo di seguito la classifica dei migliori caffè italiani, si tratta di una lista e di un risultato che si basa esclusivamente sul gusto, poichè le differenti varietà di chicchi di caffè provenienti da tutt’Italia, sono stati fatti assaporare da 31 consumatori. 

Eccovi la top 15 dei migliori caffè italiani:






1. Caffè Aiello

2. Caffè Passalacqua

3. Caffè Costadoro

4. Caffè Illy

5. Caffè Vergnano

6. Caffè Saccaria

7. Caffè Pellini

8. Caffè Mauro

9. Caffè Grieco

10. Caffè Circi

11. Caffè Danesi

12. Caffè Caffen

13. Caffè Segafredo Zanetti

14. Caffè Lavazza

15. Caffè Kimbo


Share:

sabato 9 luglio 2016

Caffè borbone quale scegliere



Il caffè Borbone nasce nel 1997 affermandosi come azienda di riferimento per la qualità fornita dalle sue "macchinette".
In seguito, grazie ad un'ottima conoscenza delle tecnologie dell'espresso, si è rinomata anche come azienda modello nella variazione di un prodotto, come la "cialda" e la "capsula" di caffè. L' azienda, con la sua linea di caffè, è divenuta una delle principali produttrici di cialde e capsule, a livello nazionale.



Caffè borbone quale scegliere


Il caffè Borbone, ha una miscela disponibile in vari gusti, infatti oltre che macinato e in grani è disponibile anche in capsule e in cialde, per soddisfare i bisogni di tutti gli amanti del buon caffè, non soltanto al bar, ma anche a lavoro, a casa e in qualunque altro luogo. Difatti c'è chi lo preferisce più intenso, corposo, chi più leggero, chi decaffeinato, chi lo prepara con la moka, e chi lo prepara con la macchinetta a capsule oppure a cialde.



Leggi anche : Caffè Borbone, il marchio della tradizione per un gusto "regale"


Le varietà


Le miscele sono frutto di una precisa selezione dei chicchi che avviene sin dalla raccolta sulla pianta, quando vengono selezionati soltanto i grani che hanno raggiunto il giusto grado di maturazione, successivamente lasciati stagionare, tostati, macinati e confezionati nelle diverse tipologie. Le parti di Arabica e Robusta caratterizzano l'aroma, il gusto e la cremosità della miscela.


Le miscele



Il caffè Borbone è disponibile in cinque differenti miscele, tutte sia in capsula che in cialda confezionate in monoporzione e in atmosfera protettiva.



Borbone Miscela Rossa


Corposa, decisa e dal gusto forte e netto, ideale per una carica d’energia che occorre quando la stanchezza comincia a farsi sentire nell'arco della giornata... indicata per ricaricarsi e per deliziare il palato con una piacevole tazzina di caffè ricca di bontà.


Borbone Miscela Blu



Dal gusto corposo, equilibrato e rotondo. Caratterizzata da una cremosità avvolgente e ricca di aromi, adatta per essere bevuta in qualsiasi momento della giornata, sopratutto a colazione, quando c'è bisogno di cominciare la giornata con una sferzata di brio.



Borbone Miscela Oro


Massima espressione della tradizione napoletana, dal gusto persistente. Una vera e propria delizia per i palati più raffinati ed esigenti, dall'aroma vivace e dal sapore inimitabile, dal primo all'ultimo sorso.




Borbone Miscela Verde / Dek


Questa miscela conserva corpo e gusto per regalarvi la dolcezza del vero espresso decaffeinato! Per tutte le volte che si vuole eliminare la caffeina e gustare un buon caffè, senza rinunciare al gusto.



Borbone Miscela Nera



L' equilibrio fra la qualità Arabica e la qualità Robusta, nella giusta percentuale, associato ad un perfetto grado di tostatura e all'ideale periodo di stagionatura, per ottenere una miscela dal gusto cremoso, eccellente e aromatico.



Borbone Miscela Respresso



Le nuove esclusive miscele anche in versione compatibili Nespresso. Per tutti gli intenditori del caffè da gustare in ogni momento. Disponibile soltanto in capsule.





Share:

venerdì 8 luglio 2016

Caratteristiche orzo



L’orzo è un cereale che affonda le sue radici in un lontano passato, ma soltanto negli ultimi anni ha trovato un nuovo approccio, merito anche delle diete vegane e vegetariane. L’orzo è una pianta erbacea che appartiene alle graminacee, conosciuta ed impiegata già nell’antichità per via delle sue diverse proprietà benefiche. Questa pianta è molto ricca di silicio (utile sopratutto al cervello e al sistema nervoso), ed è un alimento adeguato all’alimentazione di qualsiasi fascia d’età (dai bambini agli anziani).



Caratteristiche orzo


Questo cereale fornisce all’organismo una buona quantità di calcio, fosforo, magnesio, ferro, potassio, vitamina PP e vitamina E. Inoltre è facilmente digeribile, e altamente energetico facilitando la concentrazione e l’attività cerebrale.

Le caratteristiche dell'orzo sono le seguenti:



  • Proprietà antinfiammanti per tutto l’apparato digerente, quello respiratorio e le vie urinarie;
  • comporta sollievo a chi risente di colon irritabile (colite), borbottii, di flatulenza e fenomeni fermentativi;
  • proprietà lassative: è adeguato per combattere la stitichezza;
  • proprietà rimineralizzanti: mantiene in equilibrio il sistema nervoso e la memoria, ostacolando i problemi cardiovascolari;
  • contrasta la gastrite e il reflusso gastrico;
  • ha proprietà emollienti;
  • rinforza il sistema immunitario nel suo complesso, da equilibrio a tutto l’organismo, svolge un’azione calmante sulla gola;
  • stimola la circolazione periferica;
  • è rimineralizzante delle ossa, poichè è ricco di fosforo.
  • è un cereale che ha proprietà galattogena, cioè stimola la generazione di latte materno in gravidanza.

Insomma, possiamo dedurre che questo cereale è un alimento fondamentale nell’alimentazione umana.


Tipi di orzo




Esistono diversi tipi di orzo, distinte soprattutto per le fasi di lavorazione che subisce questo cereale:



Orzo Verde o Orzo selvatico


E’ ricco di sali minerali e vitamine che viene polverizzato per essere usato come the solubile come bevanda oppure caffè che però non possiede caffeina.




Orzo maltato o germogliato


E’ il tipico orzo che viene usato per la fermentazione e la produzione di birra e whisky, nasce con un sviluppo naturale di germinazione che valorizza tutte le proprietà biologiche dell’orzo.







Orzo integrale


Non subisce nessun tipo di lavorazione, mantenendo così tutte le proprietà nutritive. Per l’uso viene immerso nell'acqua per un giorno intero dapprima di cuocerlo, utilizzando la stessa acqua del bagno.





Orzo perlato


E’ un po povero di proprietà, perchè vengono perse mediante la lavorazione di brillatura, riducendo così il chicco essenzialmente a endosperma amilaceo. In cucina va cotto per 40 minuti circa.





Orzo decorticato


Questa tipo di orzo viene privato della corteccia dunque molte proprietà vengono perse all’atto della lavorazione.





Malto d’orzo




Il malto d’orzo è un dolcificante che deriva dalla fermentazione dell’orzo. E' per questo che contiene maltosio. In sostanza i chicchi di orzo vengono fatti macerare in recipienti pieni d'acqua, che viene assorbita portando i chicchi a gonfiarsi.

Può essere utilizzato come zucchero per la prima colazione.


Share:

Calorie ginseng



Il Ginseng è una pianta di origine cinese, ma è presente anche nel Nord America. E' una pianta sempre soggetta a nuovi studi scientifici, conosciuta per i suoi vari impieghi terapeutici, ed è ricca di componenti tra cui i ginsenosidi, le vitamine, gli oli essenziali e i principi attivi della radice. Esistono diverse tipologie di ginseng, fra le principali ricordiamo il ginseng indiano, quello rosso coreano e il ginseng siberiano. Insomma, il Ginseng è una pianta che tonifica, ottimizza la vitalità e migliora la resistenza dell’organismo allo stress psico-fisico della vita moderna. 


Calorie ginseng



Recenti ricerche hanno dimostrato che il ginseng è ricco di sostanze antiossidanti, così oltre a bloccare gli effetti dannosi dei radicali liberi e rallentare l’invecchiamento cellulare, potrebbero avere anche un’ azione antitumorale. Fra le sue funzioni comprovate si sa che migliora la memoria, stimola il sistema immunitario ed incrementa il desiderio sessuale, inoltre aiuta a ridurre il colesterolo e la glicemia, e da qualche anno si è cominciato a considerare il Ginseng fra le erbe dimagranti.

Leggi anche : Caffè al ginseng una bevanda tutta da scoprire

Per lo più, questo prodotto naturale stimola la perdita di peso mediante due diverse azioni: da un lato, il Ginseng accelera il metabolismo bruciando più calorie, anche quando non si è in movimento. In più è una sostanza energizzante, quindi collabora ad incrementare la forza fisica. In generale, questa pianta ha la capacità di ripristinare l’equilibrio nell’organismo umano


Calorie e valori nutrizionali del Ginseng





Il ginseng apporta 150 calorie per ogni 100 gr. Quindi una tazza di caffè al ginseng (20 ml) apporta circa 85 calorie, 4,4 gr. di grassi, 6,5 gr. di carboidrati, 1,5 gr. di proteine.

Ecco un esempio di dieta efficiente che include l’assunzione di Ginseng.



Colazione 




  • 1 tazza di caffè al Ginseng
  • 3 fette biscottate con della marmellata light

Spuntino



  • 1 frutto
  • 1 tazza di tè al Ginseng

Pranzo




  • 80gr di pasta con pomodoro oppure sugo di verdure
  • contorno di verdura cruda
  • 1 vasetto di yogurt


Spuntino Pomeridiano




  • 1 frutto

Cena


  • pollo al Ginseng
  • contorno di verdura cotta
  • 50gr di pane
  • 1 frutto piccolo



Per introdurre il Ginseng alle bevande o agli alimenti sopra elencati, bisogna polverizzare la radice o acquistarlo direttamente come tale; si può comprare anche il Ginseng in capsule oppure incorporato a delle barrette energetiche.


Curiosità





Il caffè al ginseng è una bevanda a base di crema di latte, caffè istantaneo, zucchero,, ed estratto di ginseng.

Leggi anche : Caffè al ginseng

Una variabile del caffè include l’estratto di Eurycoma Longifolia o Tongkat Ali detto anche Pasak Bumi.


Share:

giovedì 7 luglio 2016

Torrefazioni caffé migliori


Torrefazioni migliori 



La bontà in una tazzina di caffè, si ha cominciando da una buona materia prima. Partendo dal controllo delle miscele, dalla conoscenza delle tecniche di torrefazione, dal corretto uso delle macchine… In questo articolo vi è un viaggio virtuale da nord a sud della Penisola, inseguendo l'aroma autentica dell'espresso italiano, con le torrefazioni dei caffè migliori.

Leggi anche : Produttori di caffé italiani


Torrefazioni caffé migliori



Torrefazione Torino





Iniziamo da Torino, capitale dei risorgimentali caffè storici, infatti qui più di cent’anni fa, è nata la Lavazza, attualmente fra le più rinomate realtà produttive di caffè nel mondo, bensì non ha dimenticato le sue origini subalpine.

Torrefazione Varese


 Rimanendo ancora a Nord, veniamo a conoscenza che a Varese, negli anni '20 del secolo scorso aveva aperto una torrefazione piccola nel centro storico. Oggigiorno si è fatto strada, fino a trasformare la Varesina Caffè in una consolidata realtà commerciale, con una rete di distribuzione dei suoi prodotti che oltrepassa di gran lunga i confini nazionali. 



Torrefazione Trieste




Spostandoci più a est, sino a Trieste, dove al bar l’espresso si chiama “Nero”, circa negli anni Trenta, Francesco Illy, ungherese di nascita , decise di rimanere in quanto aveva trovato i tre grandi amori della sua vita, ovvero: sua moglie, la città e… il caffè. La famiglia è arrivata alla terza generazione e attualmente la Illy esporta in tutto il mondo, ma il suo cuore è rimasto nella storica sede in città di via Flavia, che è ancora oggi il solo stabilimento produttivo.



Torrefazione Arezzo






In provincia di Arezzo, invece sono nati i Caffè Corsini, un altro pezzo di originale Italian style diffuso per il mondo. Sembra questa ciò che accomuna un po’ tutte le torrefazioni che nascono e crescono nel Bel Paese: riuscire ad accostare i valori della tradizione con i miglioramenti delle nuove tecnologie.



Torrefazioni Salento




Anche il Salento rappresenta il suo caffè, nato nel pieno centro di Lecce. Era rinomato come il “Bar Avio”, ma il suo vero nome era Caffè Quarta. Così è cominciato lo sviluppo da allora sempre ingaggiata nel consolidamento della propria disposizione sul territorio regionale, ma non solo, visto che attualmente arriva in Grecia, Germania, Svizzera, Singapore…



Torrefazione Reggio Calabria



Andando più a Sud, in Reggio Calabria, Demetrio Mauro tenta l'avventura del caffè nel 1949. Così in un vecchio magazzino di via Florio, con una piccola macchina da torrefazione da 20 chili installata, diede vita alla Mauro caffè. Da allora tante cose sono cambiate, poichè la piccola torrefazione artigianale è divenuta un’azienda manageriale uscita da una recente ristrutturazione. Tantissimi diversi caffè quante sono le regioni, e nientemeno le città e i paesi, della nostra Italia.
Share:

mercoledì 6 luglio 2016

Produttori di caffé italiani




Si contano circa 800 torrefazioni nella penisola italiana, artigianali o semi, enormi o micro, alcune divenute dagli estimatori oggetto di pura devozione. Divinizzando aumentano anche i prezzi, si sa oggigiorno, certuni sono assurdi. 




Produttori di caffé italiani


In Italia cresce sempre di più una generazione di torrefattori artigianali guidati da qualche maestro che ha introdotto nella parola caffè significati evoluti. Rovistando da un elenco corposo, abbiamo scoperto 10 caffè italiani da venerare.

Leggi anche : I migliori caffè italiani

10 Caffé italiani da venerare : 


  • Passalacqua Caffè – via Taverna Rossa, Casavatore (NA).

A Napoli il caffè è religione e Passalacqua è il suo profeta. Domandate a qualsiasi napoletano dove bere l’espresso migliore della città, la risposta sarà “Bar Mexico"

  • Espresso Giada – largo Molinuzzo 9, Pistoia.

Le cialde Giada, distribuite in molti ristoranti e presentate ai clienti mediante una vera carta di miscele e monorigini, sono un ottimo metodo per non perdere Jamaica Blue Mountain, Kopi Luwak e altre rarità provenienti da Hawai, Nuova Caledonia o Nepal.

  • Slitti cioccolato e caffè – via Francesca Sud Cintolese, Monsumanno Terme (PT).


  • Le Piantagioni del Caffè, via Provinciale Pisana 583 – Livorno.


  • Pausa Caffè, via Narzole 1 – Torino.

Il caffè Terre Alte di Huehuetenango (primo Presidio Slow Food dedicato al caffè) è divenuto il caffè gourmand per antonomasia.

  • Torrefazione Piansa (Pietro e Alessandro Staderini) – via Meucci 1, Bagno a Ripoli (FI).

Da oltre 50 anni si occupa di caffè, Pietro Staderini. Il segreto è una piccola tostatrice da 60 kg. attraverso cui realizzare miscele perfette perché adattabili alle differenze di qualità dei raccolti annuali.

  • Artlife Caffè – Torrefazione Caffè Penazzi (Alberto Trabatti) – Ferrara.

Torrefattore e divulgatore instancabile delle buone pratiche collegate al caffè. Riinomato nell’ambiente il suo impegno affinché la bevanda venga servita perfettamente, oltraggiato com’è spesso nella maggior parte dei bar italiani.


  • Trinci Torrefazione Artigiana di Caffè e Cacao – via Sarzanese Valdera 184 – Cascine di Buti (Pi).


  • Torrefazione Lady Caffè (Massimo Bonini) – via Verdi, 31, San Secondo (Parma).

Una torrefazione che usa ancora il metodo a torcia, con la fiamma viva a tostare rapidamente grani per lo più monorigine a bassa temperatura.

  • Torrefazione Caffè Lelli (Leonardo Lelli) – Via del Mobiliere 1, Bologna.

Uno dei più grandi intenditori italiani di caffè che seleziona le sue miscele attraverso tre linee: Assolo (single e monorigini), Assolo grand cru (caffè rari in qualità limitata) e Concerto, cioè miscele di caffè con aromi e tostature ad hoc

  • Laboratorio di Torrefazione Giamaica Caffè (GianniFrasi) – via Vittorio Merighi 5, Verona.

Leggi anche : Caffè italiano caratteristiche e pregi


Il solista dei torrefattori italiani, guru e visionario, capace di fare mercato dasolo! Oggi è affiancato nel lavoro di tostaura della miscele da Simone Fumagalli.
Share:

Migliori produttori di caffé al mondo



In commercio, per identificare una specifica qualità di caffè, si osservano le seguenti caratteristiche:


  • Provenienza, sta ad indicare il paese produttore e la regione o il porto di imbarco, e anche l’azienda produttrice oppure l’esportatore.

Migliori produttori di caffé al mondo

  • Difetti, si calcola il numero di difetti (ad esempio i grani difettosi oppure i corpi estranei) presenti nella merce, in genere un campione di 2/3 di libbra, circa 300 gr.
  • Specie Botanica, che quasi sempre viene indicata nella pianta.
  • Metodo di lavorazione, ne esistono due tipi classificati come "naturali"i caffè lavorati per via secca, invece "lavati" quelli lavorati per via umida.

Leggi anche : Caffè nel mondo


Annata del raccolto, che viene indicata a cavallo di due anni, può avere le seguenti definizioni:



• Old crop: raccolto da due o piu’ anni;

• Past crop: raccolto nell’anno precedente;

• Current crop: raccolto in corso;

• New crop: prossimo raccolto;

• Principale: primo raccolto;

• Fly crop: raccolto secondario.

-Forma della grana, si misura mediante il crivello,e si distingue:

• Flat bean: grana piatta, talvolta allungata.

• Bourbon: grana arrotondata e convessa.

• Caracolito: grana piccola e tonda (perla).

• Maragogype: grana particolarmente grossa.

  • Colore, che varia in base la zona di provenienza, della specie botanica, della durata di conservazione.



Coltivazioni e produttori nel mondo



Bolivia

Qualità prodotto Arabica

Raccolto Da febbraio/marzo a ottobre/novembre

Esportazione Quasi tutto l’anno, di norma avviene in sacchi da 70 kg netti



Brasile


Qualità prodotto Arabica: 90%

Robusta: 10%

Raccolto A partire da maggio/giugno

Esportazione Tutto l’anno

Primo produttore di caffè Arabica non lavato, attualmente produce anche la qualità Cohillon (Robusta brasiliano)





Camerun


Qualità prodotto Arabica: 30%

Robusta: 70%

Raccolto Arabica: settembre/febbraio

Robusta: novembre/febbraio

Esportazione Arabica: ottobre/luglio con top a febbraio/maggio

Robusta: tutto l’anno con top a gennaio/marzo



Cina

Qualità prodotto Robusta

Raccolto Novembre/marzo

Esportazione Marzo/agosto




Colombia

Qualità prodotto Arabica

Raccolto Aprile/giugno – ottobre/gennaio

Esportazione Tutto l’anno

A livello mondiale, la Colombia è seconda al Brasile, per volumi di caffè coltivato. Risulta prima, sotto il profilo qualitativo




Congo

Qualità prodotto Arabica: 10%

Robusta: 90%

Raccolto Arabica – NORD: novembre/gennaio

Arabica – SUD: maggio/settembre

Robusta – NORD: dicembre/gennaio

Robusta – SUD: maggio/luglio

Esportazione Robusta: tutto l’anno




Costa D’Avorio


Qualità prodotto Robusta

Raccolto Ottobre/marzo

Esportazione Tutto l’anno

Fra i più importanti produttori di caffè della qualità Robusta naturale.




Costa Rica


Qualità prodotto Arabica

Raccolto Agosto/febbraio a seconda delle altitudini

Esportazione Tutto l’anno con top a novembre/maggio




Ecuador


Qualità prodotto Arabica: 50%

Robusta: 50%

Raccolto Giugno/ottobre

Esportazione Tutto l’anno





El Salvador

Qualità prodotto Arabica

Raccolto Central standard (sotto i 1000 m): ottobre/dicembre

High grown (1000-1500 m): gennaio/aprile

Strictly high grown (oltre i 1500 m): febbraio/maggio

Esportazione Tutto l’anno con top a dicembre/giugno





Ethiopia


Qualità prodotto Arabica

Raccolto Harrar: gennaio/febbraio

Altro: ottobre/dicembre

Esportazione Tutto l’anno




Giamaica


Qualità prodotto Jamaica Blue Mountain

Raccolto Agosto/settembre

Esportazione Lowlands: a partire da dicembre

Highlands: a partire da gennaio



Giava


Qualità prodotto Robusta: 80%

Liberica: 20%

Raccolto Marzo/giugno

Esportazione Tutto l’anno con topo a luglio/agosto




Haiti


Qualità prodotto Arabica: 10%

Tipica: 90%

Raccolto Basse altitudini: ottobre/novembre

Altitudini elevate: febbraio/marzo

Esportazione Principale: ottobre/marzo

Secondario: luglio/settembre



Hawaii


Qualità prodotto Arabica

Raccolto Settembre/marzo

Esportazione Ottobre/aprile

Si distingue per il gusto corposo e dolce.



Honduras


Qualità prodotto Arabica

Raccolto Ottobre/marzo

Esportazione Marzo/luglio

Il caffè risulta leggero e poco acidulo.




India


Qualità prodotto Arabica

Robusta

Raccolto Arabica: ottobre/febbraio

Robusta: novembre/marzo

Esportazione Arabica: gennaio/giugno

Robusta: marzo/agosto

Monsonati: ottobre/dicembre
Anche l’India è fra i paesi che soddisfano il fabbisogno mondiale. Due sono le varietà che risaltano: la Mysore e il Malabar, che oramai entrano nella categoria degli specialty coffee, dal gusto pieno e delicato.



Indonesia


Qualità prodotto Arabica: 20%

Robusta: 80%

Raccolto Tutto l’anno, secondo regione, altitudine e specie botanica, con punte massime a marzo/giugno.

Esportazione Arabica: settembre/dicembre

Robusta: tutto l’anno con top a luglio/febbraio

La varietà migliore Mandheling.




Kenia


Qualità prodotto Arabica

Raccolto Primario: ottobre/dicembre

Secondario: giugno/agosto

Esportazione Tutto l’anno con top a novembre/aprile

Il top lo raggiunge l’Estate Kenya assai costoso, ma considerato uno dei migliori caffè del mondo.



Madagascar


Qualità prodotto Arabica: 10%

Robusta: 80%

Excelse: 10%

Raccolto Aprile/novembre

Esportazione Agosto/febbraio





Messico


Qualità prodotto Arabica

Raccolto Basse altitudini: agosto/novembre

Altitudini elevate: novembre /gennaio

Esportazione Tutto l’anno con top a gennaio/maggio

Il caffè messicano è di gusto leggero e fragrante. La varietà più rinomata è l’Altura Coatepec, dal gusto dolce, dal corpo leggero, con un sapore similare al cioccolato ma dal retrogusto acido.



Nicaragua


Qualità prodotto Arabica

Raccolto Sud: novembre/dicembre

Nord: dicembre /marzo

Esportazione Tutto l’anno con top a dicembre/maggio




Perù


Qualità prodotto Arabica

Raccolto Lavato: aprile/settembre

Naturale: giugno/ottobre

Esportazione Tutto l’anno con top a luglio/novembre

La qualità migliore proviene dalla catena delle Ande, Valle del Chanchamayo e zona di Valleverde. Entrato di recente nel mercato delle esportazioni è in continua crescita.




Repubblica Dominicana


Qualità prodotto Arabica

Raccolto Basse altitudini: settembre

Altitudini elevate: febbraio

Esportazione Novembre/marzo

La qualità più diffusa è il Santo Domingo dal gusto pieno e forte





Repubblica Democratica del Congo


Qualità prodotto ArabicaRobusta

Raccolto Arabica nord: novembre/gennaio

Arabica sud: maggio/settembre

Robusta nord: dicembre/gennaio

Robusta sud: maggio/luglio

Esportazione Nord: dicembre/marzo

Sud: giugno/ottobre

Buone potenzialità di prodotto sia per gli Arabica (tendenzialmente acidi) che per i Robusta.




Tanzania


Qualità prodotto Arabica: 70%

Robusta: 30%

Raccolto Novembre/marzo

Esportazione Dicembre/maggio

La maggior parte dei caffè tanzaniani crescono sulle pendici del Kilimanjiaro e vengono denominati Kilimanjiaro, Moshi o Arusha. Altri caffè che crescono al sud vengono chiamati Mbeya.




Togo


Qualità prodotto Robusta

Raccolto Dicembre/febbraio

Esportazione Gennaio/aprile




Uganda



Qualità prodotto Arabica: 10%

Robusta: 90%

Raccolto Arabica: settembre/dicembre

Robusta: tutto l’anno con culmine in novembre/febbraio

Esportazione Arabica: ottobre/febbraio

Robusta: tutto l’anno con top a dicembre/maggio

In Uganda degna di nota la Robusta, denominata Bugishu dall’aroma pieno e dal gusto speziato.




Venezuela


Qualità prodotto Arabica

Raccolto Aprile/giugno – ottobre/gennaio

Esportazione Tutto l’anno




Vietnam


Qualità prodotto Arabica: 15%

Robusta: 80%Excelsa: 5%

Raccolto Arabica: dicembre/gennaio

Robusta: gennaio/aprile

Excelsa: gennaio

Esportazione Tutto l’anno con top a gennaio/luglio




Yemen


Qualità prodotto Arabica

Raccolto Novembre/febbraio

Esportazione Dicembre/maggio
Share:

martedì 5 luglio 2016

Caffé salute e controindicazioni



Per tante persone, il caffè non rappresenta una semplice abitudine, bensì un momento di piacere; ed è per questo che quando i medici lo impediscono, è difficile farne a meno!


Caffé salute e controindicazioni


Il caffè diminuisce gli stati di sonnolenza, ma può anche generare un ritardo nella comparsa del sonno, ciò può accadere sopratutto agli individui che sono poco abituati ad assumerlo; tante dosi possono provocare nervosismo, ansietà e difficoltà nel recupero del sonno. Per ridurre l'effetto stimolante della caffeina non occorre assumere il caffè lungo anziché ristretto, almeno che non sia stato allungato con sola acqua calda. 





Il caffè lungo contiene più caffeina, infatti l'espresso del bar, per effetto della veloce preparazione (circa 15-25 secondi), rispetto al caffè fatto con la moka (tempi di contatto più di 3 minuti) ha meno caffeina. L'unica tipologia di caffè che non ha caffeina è il decaffeinato, che deve contenerne meno dello 0,1% se tostato o meno dello 0,3% se solubile, con riferimento alla sostanza secca. La caffeina è chiamata in causa della nascita di diversi effetti, che possono essere in parte positivi e in parte negativi, associata al consumo di caffè.

Se questa bevanda va presa ad elevate dosi, non è del tutto esente di effetti collaterali. Dosi inferiori ai 300 mg di caffeina al giorno sono tollerabili con la salute della maggior parte di soggetti adulti.



Gli effetti della caffeina



  • Stimola la secrezione gastrica, biliare e salivare; quindi induce ad un effetto digestivo.
  • Tuttavia, se questa bevanda è presa a digiuno, può provocare bruciori ed acidità di stomaco, reflusso gastroesofageo e esofagite.
  • A piccole dosi diminuisce la frequenza cardiaca, causa dilatazione coronarica e broncodilatazione; per lo più può migliorare condizioni allergiche ed asmatiche.
  • Può provocare aritmie, tachicardia e ipertensione. 
  • Migliora l'umore, l'attività psicomotoria, le prestazioni atletiche e la resistenza al sonno. 
  • Ha effetti ansiogeni causando tremori, insonnia ed eccitabilità.
  • Ottimo coadiuvante nella terapia dell'obesità (effetto anoressizzante e termogeno)
  • Favorisce la comparsa di osteoporosi e quadri anemici, diminuendo così l'assorbimento di calcio e ferro.


Gli effetti negativi 




Gli effetti negativi aggravano nel momento in cui il caffè viene affiliato ad altre droghe psicoattive come l'alcol oppure il tabacco.


L'uso del caffè tradizionale va ridotto oppure sostituito con quello decaffeinizzato, in caso di:





  •  gastriti ipersecretive
  • ulcera peptica
  • ipercolesterolemia
  • ipertensione arteriosa e aritmie cardiache 
  • dispepsia
  • malattia da reflusso
  • cardiopatia ischemica
  • abuso di alcol, fumo o altre sostanze psicoattive 
  • gravidanza (non più di due tazzine al giorno) 
  • mastopatia fibrocistica

Share: