lunedì 13 giugno 2016

Caffè espresso

Origine




Il caffè espresso è un'invenzione italiana che risale nei primi anni del 1900, precisamente è nato a Torino nel 1884, in seguito all'invenzione della macchina per produrlo, brevettata da Angelo Moriondo. Si tratta di una bevanda molto concentrata, che si è diffusa poi in tutto il mondo. La sua caratteristica principale è il fatto di essere ottenuto mediante l'infusione sotto pressione. 




La parola "espresso" vuol significare la velocità con la quale era preparato il caffè, ovvero originariamente circa 45 secondi, veniva preparato al momento, soltanto per il cliente che lo aveva richiesto. Attualmente il caffè espresso è la forma più diffusa di caffè nella maggior parte dei paesi europei e in molti altri paesi nel mondo. La grande differenza fra l'espresso che si beve in Italia e quello di altri paesi è la lunghezza: in Spagna, Germania, Francia e nel resto del mondo si predilige un caffè più lungo, quindi con aromi e sapori meno intensi.



Caratteristiche

caffè espresso
Il caffè espresso come già abbiamo detto, è la bevanda più usata e rinomata in Italia fra le molteplici tipologie di caffè. Si ottiene dalla torrefazione e macinazione dei semi della Coffea arabica e Coffea robusta, preparata secondo un sistema di percolazione sotto alta pressione di acqua calda per via di un'apposita macchina. Per avere un buon espresso da bar, il macina caffè deve essere composto da un macina elicoidale centrifuga, l'unica adeguata a frantumare i chicchi in granuli con un uniforme dimensione, la finezza della macinatura va decisa in base alle caratteristiche della macchina, della miscela e alle condizioni ambientali di umidità e temperatura.


Leggi anche :  Caffè espresso emblema assoluto dell'italianità


Caffè espresso lungo, corto o ristretto


Per avere un caffè espresso ristretto oppure lungo si diminuisce e si prolunga di qualche secondo il tempo di infusione. Così facendo si ottiene un caffè che non ha rispettato il tempo ottimale di infusione, in questo caso ad esempio nel caffè lungo, si possono sentire dei sentori di bruciato nel gusto dovuta alla lunga esposizione del caffè all'acqua calda. Il caffè espresso è molto concentrato e quindi contiene più caffeina per unità di peso. Ma non è quello che raccoglie più caffeina in assoluto, perchè il caffè fatto con la moka ha meno caffeina di un espresso, ma se ne bevete circa il doppio, il caffè con la moka nasconde più caffeina di un espresso. La stessa cosa è per il caffè ottenuto per infusione (caffè americano):ad esempio, una tazza da 180 ml di caffè americano ha più caffeina di un espresso e anche di una tazzina di moka.






Share:

0 commenti:

Posta un commento