venerdì 2 dicembre 2016

Bio cups caffè



Avere rispetto dell’ambiente e riflettere su ciò che facciamo per proteggerlo e custodirlo aguzza l’ingegno, anche quando prendiamo il caffè. 

Sì poichè tra non molto avremo la facoltà di piantare la tazza nel nostro giardino, nell’orto e anche sul balcone. Proprio così, la tazza di cartone del caffè d'asporto non sarà soltanto destinata ai rifiuti, ma potrà anche essere piantata in modo da far crescere fiori e alberi. E’ stata un'idea della giovane start up americana, Reduce. Reuse. Grow. che ha lanciato il suo progetto sul sito di crowdfunding Kickstarter con lo scopo di raccogliere fondi, per almeno 10 mila dollari.


Bio cups caffè

 
La società spiega che anno per anno si consumano circa 146 miliardi di caffè da asporto con le rispettive bio cups usa e getta, soltanto negli Usa. Anche se queste possono essere riciclate, la carta può essere riusata al massimo due oppure tre volte prima che le fibre siano del tutto consumate. Per non contare tutti quei contenitori che finiscono nell'indifferenziata o addirittura vengono gettati in strada. 

Da qui l'ipotesi di un riutilizzo dei contenitori di carta che rimane permanente. L'idea della start up è quella di realizzarli con una miscela di cellulosa compostabile, costituita da semi di specie native della California. Come funziona? Una volta aver bevuto il vostro caffè, il contenitore va aperto, messo ammollo nell'acqua per circa 5 minuti e poi piantato ovunque si vuole veder fiorire la natura. Ciascun contenitore sotterrato, spiega la start up, sottrae all'atmosfera una tonnellata di CO2. L'obiettivo è quello di sensibilizzare gli americani, e non solo, alla riforestazione, perchè c’è la possibilità di postare sui sociale il video e le foto del risultato del proprio giardinaggio.



Share:

0 commenti:

Posta un commento